Per tutto l’oro del mondo

Non mi potresti comprare, neanche con tutto l’oro del mondo.
Ho pensieri, parole, azioni. Ho respiri, affanni, corse. Ho il sonno con dentro i sogni e risvegli di carezze lievi.
Ho il tono della voce che in silenzio urla ciò che trovo ingiusto e raccapricciante, vuoto e indegno. Ho bisogno di vedere l’oltre delle coltri pesanti volte a nascondere e tenere celato ciò che nell’umano diventa giusto, diventa vero.
Rincorro sapori e profumi, attese e fughe dalle nebbie scese a sipario della realtà di esistenze senza il diritto di esistere, eppure reali, concrete, come il bisogno di fame e di sete, di gioia, di risa, di tepore, di quiete e di Pace.
Poter raccontare un mondo più giusto ai bambini, speranze, equità, valori da riconoscere girando per strada e  tra un pallone e gli schizzi sulla riva del mare.

Senza munizioni e scorte, solo ricordi aggrappati a sorreggere il futuro.
Per tutto l’oro del mondo non voglio un mondo reso opaco.
Diventa un  ostaggio il presente fatto di niente.

 

vorrei___

Annunci